FondoRotativo-FURPGli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi nella forma di finanziamento a tasso zero pari al:  - 60% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione; - 70% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione, limitatamente ai programmi di investimento proposti da imprese giovanili e femminili.

Possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese ( PMI), ivi comprese le società consortili a partire dal 1 settembre 2014 per le imprese delle categorie Artigianato e Cooperazione.

Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere superiore a € 1.000.000,00.

Per le imprese della categoria Industria la data di apertura sarà fissata con apposito decreto della Regione Toscana. Richiedi informazioni

FONDO UNICO ROTATIVO PER PRESTITI (FURP)

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 


BENEFICIARI

 

Possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese ( PMI), ivi comprese le società consortili:

  • a) anche di nuova costituzione,
  • b) regolarmente iscritte al registro delle imprese, 
  • c) esercitanti un’attività economica identificata come prevalente nell’unità locale che realizza il programma di investimento,

  • d) rientranti nelle seguenti sezioni della Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere
C - Attività manifatturiere
D - Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, limitatamente ai gruppi 35.11 e 35.21
E – Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F – Costruzioni
G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio, limitatamente al gruppo 45.2 e alla categoria 45.40.3
H – Trasporto e magazzinaggio, ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1 ,53.2 e 52.22
J – Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione delle divisioni 59 e 60 e dei gruppi 58.11, 58.13, 58.14, 58.21, 61.9, 63.9
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente ai gruppi 71.1 (ad esclusione della classe 71.11), 71.2, 72.1 e alle categorie 74.90.2 e 74.90.9
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese limitatamente ai gruppi 81.2 e 81.3 e alle categorie 82.92.1 e 82.92.2
Q – Sanità e assistenza sociale limitatamente alle divisioni 87 e 88
S – Altre attività di servizi, limitatamente ai gruppi 96.01 e 96.02.
 


Per imprese di nuova costituzione si intendono le imprese costituite da non oltre 24 mesi dalla data di presentazione della domanda.
 

Per data di costituzione si intende la data di iscrizione alla camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

L’accesso alla sezione “Artigianato” del fondo è limitato alle imprese artigiane non cooperative.


Ai sensi della L.R. 22 ottobre 2008 n. 53 modificata dalla L.R. 27 dicembre 2011 n. 66 (Legge finanziaria per l’anno 2012) l’annotazione nella sezione speciale del registro delle imprese come artigiana è condizione necessaria per la concessione delle agevolazioni.


L’accesso alla sezione “Cooperazione” è limitato alle imprese cooperative, escluse quelle di abitazione, regolarmente iscritte all’albo delle società cooperative e certificate ai sensi degli articoli 5 e 6 del D. Lgs. N. 220/2002, ad esclusione delle cooperative agricole.


CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO


Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi nella forma di finanziamento a tasso
zero pari al:


- 60% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione;
- 70% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione, limitatamente ai programmi di investimento proposti da imprese giovanili e femminili così come definite dalla L.R. 21/08.


La durata del finanziamento è prevista in:


- cinque anni, nel caso di programmi di investimento di importo complessivo fino a € 300.000;
- otto anni, nel caso di programmi di investimento di importo complessivo superiore a € 300.000;
- otto anni, nel caso di imprese cooperative;
- otto anni, nel caso dei prestiti partecipativi;


Il rimborso dell’aiuto prevede un preammortamento iniziale di due semestri (oltre al preammortamento tecnico di massimo 30 giorni), decorso il quale inizia il piano di rientro sviluppato in rate semestrali posticipate costanti.


INTERVENTI FINANZIABILI E SPESE AMMISSIBILI


Il fondo supporta programmi di investimento, realizzati nel Territorio della Regione Toscana, in attivi materiali e/o immateriali per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.


Il costo totale del progetto di investimento ammesso non può essere inferiore a € 42.000,00.

Il valore totale del progetto di investimento ammesso non può essere superiore a € 1.000.000,00.


LE SPESE AMMISSIBILI SONO COSÌ CLASSIFICATE


A. Attivi materiali.


I. Terreni, nel limite del 10% della spesa ammissibile totale, purché sussista un nesso diretto fra l’acquisto del terreno e gli obiettivi dell’operazione oggetto di agevolazione;
II. Impianti industriali;
III. Macchinari ed attrezzature varie, escluse gli arredi;
IV. Edifici esistenti, appartenenti esclusivamente alle categorie catastali A/10, C/1, C/2, C/3, D/1 e D7;
V. Edifici di nuova costruzione, appartenenti esclusivamente alle categorie catastali A/10, C/1, C/2, C/3, D/1 e D/7.L’immobile oggetto del programma d’investimento al momento della rendicontazione finale di spesa deve risultare di proprietà dell’impresa beneficiaria, agibile ed operativo;

VI. opere murarie e assimilate; sono ammissibili esclusivamente:

  • a)lavori edili, se funzionalmente correlati agli investimenti in macchinari e/o attrezzature;
  • b)la realizzazione di impiantistica aziendale;


VII. mezzi e attrezzature di trasporto.


B. Attivi immateriali

  • I. acquisizione di diritti di brevetto, licenze, marchi, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • II. spese relative all’acquisto di servizi di consulenza (perizie, progettazione e direzione lavori), nel limite del 10% dell’importo complessivo dell’investimento ammesso all’agevolazione;
  • III. partecipazione a fiere, limitatamente ai costi sostenuti per la locazione, l’installazione e la gestione dello stand.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 


La domanda deve essere presentata a partire dal 1 settembre 2014 per le imprese delle categorie Artigianato e Cooperazione.

Per le imprese della categoria Industria la data di apertura sarà fissata con apposito decreto della Regione Toscana.


La domanda di finanziamento, completa degli allegati, deve essere firmata digitalmente dal soggetto beneficiario.


PROCEDURE


Le domande di finanziamento, complete dei dati previsti dal modulo di domanda, sono valutate secondo quanto previsto dal regolamento emanato con D.D. n. 3257 del 21/07/2014, dal soggetto gestore in nome e per conto della Regione Toscana.

Tutte le domande, successivamente alla valutazione dei criteri di selezione, saranno oggetto di verifica ai fini dell’attribuzione del punteggio di premialità ai sensi del DGR 506/2014.


L’attività di valutazione si conclude con la predisposizione della proposta di graduatoria delle domande ammesse e dell’elenco delle domande non ammissibili con relativa motivazione.

La graduatoria è approvata dalla Regione Toscana e pubblicata entro 120 giorni dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, ai sensi della L.R. 35/2000.


Il soggetto gestore provvede a comunicare alle imprese l’esito del procedimento, nei 15 giorni successivi alla data di pubblicazione sul BURT della graduatoria, tramite il portale Toscanamuove.


A conclusione del procedimento, la Regione Toscana approva la rendicontazione finale di spesa.


L’erogazione dell’aiuto è effettuata mediante anticipo, oppure SAL (stato avanzamento lavori), oppure saldo, previa sottoscrizione del piano di rientro.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI